TRASFERITI SU http://seladelfia.wordpress.com

TRASFERITI SU http://seladelfia.wordpress.com
CLICCA SUL LOGO PER ACCEDERE AL NUOVO SITO

Nel Barese, raid razzisti in tre diverse scuole




BARI - Raid notturno nella notte in una scuola elementare di santo Spirito, un quartiere alla periferia di Bari. Sconosciuti sono penetrati nei locali del XII CD a S. Spirito, da cui peraltro proveniva un cospicuo gruppo dei genitori che animavano la manifestazione, per imbrattarne i muri e coprire con svastiche i murales simboleggianti l’unità dei bambini di tutti i colori e di tutte le etnie del pianeta. A denunciarlo in una nota è il segretario Claudio Menga della Flc Cgil di Bari. "Contro le imponenti manifestazioni - si legge in una nota - che in questi giorni animano, civilmente e pacificamente, il mondo della scuola, dell’università e della ricerca, si vanno moltiplicando azioni intimidatorie di stampo squadrista che sinceramente pensavamo di avere lasciato per sempre alle nostre spalle. Accade così che a Roma un gruppo di esaltati si lasci andare ad esibizioni di chiaro stampo squadrista dai contorni alquanto torbidi e su cui ritieniamo urgente l’apertura di un’inchiesta parlamentare". "Ma anche a Bari accadono cose strane e inquietanti! Il grande successo di partecipazione alla manifestazione barese del 30 ottobre deve aver infastidito le coscienze più retrive della nostra città al punto che, nella notte successiva, sconosciuti sono penetrati nei locali del XII CD a S. Spirito, da cui peraltro proveniva un cospicuo gruppo dei genitori che animavano la manifestazione, per imbrattarne i muri e coprire con svastiche i murales simboleggianti l’unità dei bambini di tutti i colori e di tutte le etnie del pianeta". "E’ un atto grave - continua il comunicato - ma soprattutto subdolo perché mettendo in discussione l’universalità dei valori della pacifica convivenza tra culture differenti tende ad ingenerare e diffondere il germe del razzismo nelle coscienze più ingenue ed indifese dei nostri bambini. La FLC CGIL Bari invita gli organi investigativi competenti e tutte le istituzioni a tenere alta l’attenzione e la vigilanza su tutti i fenomeni che possono inquinare la corretta e civile dialettica democratica".
per altre foto
Antonio Di Gilio

5 commenti:

cypherinfo ha detto...

Vi esprimo tutta la mia vicinanza e vi invito a postare su questo aggregatore. Sappiate che sono di Santo Spirito anche io. Cypherinfo webmaster di Kilombo.

Anonimo ha detto...

Tu sei quello che chiama gli scioperi per sostenere quelli premiati dal sito razzista Lisistrata? Pussa via che la tua solidarietà non la vogliamo schifoso

Casa della Sinistra ha detto...

In che lingua devo dire che al sottoscritto dei giochi di Kilombo non me ne frega una demerita mazza!?

Se come dici tu questi sono fake,o hanno vinto premi da siti razzisti significa che non hanno nulla da fare di meglio.

Per il rsto se vuoi continuare a perdere tempo e pixel è liberissimo/a di farlo

Anonimo ha detto...

Copme on te ne frega? Hai chiamato tu lo sciopero? Ah già: ti hanno strumentalizzato

dacia ha detto...

Le ho risposto via mail, e preferirei che lei non mi scrivesse più.

Non mi piace il gioco al massacro e credo che per questo siamo fondamentalmente incompatibili.

Così come non mi piace lanciare il sasso e nascondere la mano, e il suo dichiararsi (mi è toccato leggere kiometri di commenti sui 3 o 4 blog interessati) "strumentalizato" mi sembra una presa di distanza che ha della codardia.

Prima di lanciarsi in un'azone politica vanno valutate le ricadute per gli altri e per noi stessi.

Se lei ha domenticato di farlo, ha la mia disistima e il mio biasimo.

Anche il suo dichiarare di essere "estraneo" ai giochi di Kilombo, dopo aver invitato personalmente a uno sciopero, mi pare ambiguo e riprovevole.

Non riesco a salutarla gentilmente, quindi mi firmo e basta, Dacia Valent