TRASFERITI SU http://seladelfia.wordpress.com

TRASFERITI SU http://seladelfia.wordpress.com
CLICCA SUL LOGO PER ACCEDERE AL NUOVO SITO

La redazione dia delle spiegazioni

Offro spazio nel mio blog a Mario che chiede delle spiegazioni alla redazione di KILOMBO

Cari compagni,desidero ringraziare Antonio per l'ospitalità che mi concede.Avevo intenzione di parlare del nostro "confino" dall'aggregatore di "tutte le sinistre" poi, leggendo il giornale, mi accorgo che in fondo la punizione è cosa santa e giusta.C'è una legge dello stato, la n° 1423 del 1956 articolo 4, che tratta del confino di polizia e che da ieri è stata applicata nei confronti di un sindacalista della CGIL a Palermo.La colpa di Pietro Milazzo è quella di aver protestato con 50 senza casa e di non aver permesso al sindaco, Cammarata, di salire sul carro della patrona.Il questore gli ha inviato una lettera (R.R.) in cui lo avvisa che potrà far scattare le misure di prevenzione a causa della sua condotta. queste misure prevedono la sorveglianza speciale a Palermo o l'obbligo di soggiorno in un paese.Il testo dell'articolo 4 recita:" coloro che, per il loro comportamento debbano ritenersi, sulla base di elementi di fatto, dediti alla commissione di reati che offendono o mettono in pericolo l'integrità fisica e morale, la serenità, la sicurezza o la tranquillità pubblica".Io candido questo comma e questa legge come parte integrante della carta di Kilombo.Certo, la questione è di spessore e non vale quello che accade a noi (il sottoscritto,Korvo, Precariopoli,Italo con il suo crisi e conflitti) .C'è però nello sfondo qualcosa di inquietante per cio' che intendiamo come libertà di poter dire e fare.Specie quando di questo parliamo in un aggregatore di sinistra che ospita illustri interventi sulle disgrazie del mondo.Quello che osservo è la mancanza di un minimo di rispetto delle forme e delle regole date che, per quanto criticabili, hanno in ogni caso il pregio di essere lì scritte in modo incontrovertibile.Ed allora, vorrei capire perché:1- Nessuno spiega perché Precariopoli, che ha terminato la sua pena, non può ancora avere accesso a Kilombo.la sospensione non rimanda a nessuna "condizione" che non sia quella di aver scontato "l'allontanamento".2- Perché sono stato sospeso e per quanto,visto che mi sono limitato ad inserire in una rubrica intitolata "l'angolo di precariopoli" una serie di link tra cui quello che rimandava all'avviso ai piddini.L'unico post che ospitava lo scritto incriminato era intitolato "Casapound" e faceva un parallelo provocatorio tra ciò che avevo letto su una iniziativa di quei fascisti (lodata) e quanto riportava il link di precariopoli.3- Solo ieri mi è capitato di leggere due post in cui si scriveva in uno della voglia di "veder cadere delle teste" con una foto esemplificativa di un cesto che avrebbe dovuto contenerle, nell'altro una sequela di insulti ai "bastardi bianchi".Per intenderci ritengo il contenuto dei due scritti sia giusto e li sottoscrivo in toto.Capisco anche che la forza del linguaggio è anche nel proporre metafore e significati in un modo non "ortodosso".Qualche giorno fa abbiamo assistito alla questione della vignetta che riguardava Brunetta.E' venuto a qualcuno in mente di chiedere la sospensione degli autori o la censura per loro?Io spero di no.Questa vicenda mi porta a pensare che, per quanto dicano di no, una buona parte dei marescialli della redazione utilizza in modo pretestuoso argomenti privi di forza e giustificazione ed usa voi come un "gregge di pecore" silenti.E lo fa contro quelli che gli stanno sulle balle per regolare conti in sospeso.Io vi invito a riflettere bene su cio' che significa tutto questo.I segnali della febbre del divieto sono evidenti dappertutto.Noi ospitiamo un signore che scrive, senza rimorsi di coscienza, che la redazione deve vigilare affinché un blog sia nel suo complesso accettabile.Con questa estensione si lascia aperta la possibilità di potere censurare qualsiasi cosa.basta avere una redazione che abbia la maggioranza per poterlo fare.Anche se non è scritto da nessuna parte.Riformulo quindi la questione: PERCHE' E' VIETATO L'ACCESSO A PRECARIOPOLI?.Forse è il caso di riportare una parte della discussione su decisioni cosi' gravi nell'ambito del collettivo, fare in modo che sia lui ad esprimersi su richiesta della redazione su sospensioni ed espulsioni.Anche se continuo a pensare che una comunità di gente di sinistra dovrebbe avere la forza di costruire barriere di tipo culturale e costringere chiunque, specie quelli che non ci piacciono, alla riflessione accogliendoli e non emarginandoli.Specie se quel luogo è una lavagna virtuale.
Un saluto a pugno chiuso.
Mario

9 commenti:

Rigitans' ha detto...

invito mario a passare anche dal mio blog, e a mettere la sua mail qui se ne ha voglia. la questione è delicata, assai.

Antonio Ramone ha detto...

Passate anche da me.

korvorosso ha detto...

Complimenti compagno, ti avevo giudicato male. Mi sbagliavo e faccio ammenda.

Anonimo ha detto...

Giustamente non si trovano le risposte.

Tisbe ha detto...

Io vorrei che si capisse che Precariopoli è stato aggregato in Kilombo da Sir Percy Blakeney all'insaputa degli altri redattori. Perché Spb teneva tanto ad aggregare precariopoli? Perché? Perché il proprietario del dominio di Kligg teneva tanto ad iscrivere PRECARIOPOLI in Kilombo? Datemi delle risposte sensate!

korvorosso ha detto...

@Tisbe: prove cara, esibisci prove, non aria fritta

SPB ha detto...

Tisbe, Ieri era Riccardo Innocenti e nullo che erano fascisti perchè non ti facevano andare a prendere il premio,quello che farlocco come dice lia http://www.ilcircolo.net/lia/1538.php poi Pieroni perchè si genufletteva solo in chiesa e non da te, ora io che complotto da mesi.

Anzichè cancellarmi i commenti da te e inviarmi mail con l'indirizzo di weblogin ma firmate da te dove mi scrivi con il cazzo che commenti fake di merda, fatti un giro alla neuro e porta le prove.

Oramai si sa che sei una bugiarda patentata, ma dai ti sei pure iscritta a sexyblogger ma non ti vergogni?

Tutto per qualche click sugli adsense. Fai pena.

Cloroalclero ha detto...

Io sto ancora aspettando che Tisbe pubblichi le famose minacce che, lei dice, le avrei fatto una volta, quando tu (o SPB) le cancellasti il post della Valent che stava sospesa, come me, e che non avrebbe potuto pubblicare.
Tisbe racconta un sacco di palle: non so se è perchè ha secondi e terzi fini o perchè, come qualcun altro, pensa che raccontare palle le dia visibilità.
Cloro

Luk75 ha detto...

il problema droga resta la priorità numero 1...
luca da: http://stopdrug.wordpress.com/